retail marketing automation

In questo content ti parlerò di Retail Marketing Automation e delle potenzialità ancora inesplorate dai Retailer.

Retail Marketing Automation: da dove partire

Analisi

Il processo di conversione nel mondo retail avviene chiaramente offline. Ma, con una strategia Omnicanale e usando software di Marketing Automation avanzati, lavoriamo su piani offline ed online, impostando diversi obiettivi aziendali ma con dei risultati di performance fino al 200% in più. (fonte SALESmanago AI Marketing Automation)

Quando vado da un cliente, “non so cosa fare”

In genere quando incontro un cliente, non ho una strategia standard. Di fatto “non so cosa fare” ma credo sia un pregio. È un po’ come andare dal medico e questo guardandomi mi dice: antibiotico! Ovvero: sa già qual è la medicina di cui ho bisogno, senza conoscere i sintomi.

Dunque, quando vado da un cliente, le sole attività che svolgo sono: fare domande e ascoltare. Questo perché siamo ancora in una zona amletica da “Essere o non essere”. Una volta conosciuto il punto di vista del cliente (risposta a domande) andiamo a lavorare sulle matrici di dati attuali, in modo da fotografare lo scenario in cui il retailer si trova, così da poter definire gli obiettivi di business del retailer. Dunque, estrapoliamo i dati dall’ecosistema digital del cliente valutandone le performance, per esempio:

  • Sito
  • Social
  • Email

E finalmente, arriviamo nella zona amletica dell’Essere: tramite questo set di dati andiamo a capire “chi è” il retailer, e soprattutto, chi sono i suoi consumatori (generalmente si mettono le basi per schemi comportamentali comuni, sia tramite cluster, sia tramite personas etc).

Obiettivi

Gli obiettivi della marketing automation per un retailer possono essere molteplici, tanto dipende dal pregresso e dalle attività già in essere. Semplificando, possiamo suddividere gli obiettivi in 2 tipi:

  1. New Business: far conoscere il punto vendita specifico, trovare nuovi clienti.
  2. Cross/Up Sell: fidelizzare, rendere economicamente più performante i clienti già acquisiti.

Automation per Retail su New Business: lead generation

Con il target New Business, andremo a lavorare sulla lead generation: ci permette di acquisire nuovi clienti in automatico. Come? Attirando traffico in target e impostando dei flussi di automation in modo che l’utente sia incentivato a lasciare il suo contatto. Ciò è possibile tramite:

  • Pop-up
  • Personalizzazione del sito
  • Form personalizzati
  • Etc

Funziona? Secondo i dati di campagne di automation: con i pop-up di SALESmanago generi il 200% in più di lead!  

Strategicamente ora puoi lavorare a livello di lead management (gestione dei lead) in modo da trasformare il lead in cliente. Come? Ad esempio, tramite le Gift Card 

Quando per la prima volta un nuovo cliente ha uno strumento di Marketing Automation a disposizione, rischia di trasformarsi in Rambo. Col mitra. 

Automation per Retail su Cross/Up Sell: email marketing personalizzato

Quando un nuovo cliente ha a disposizione un certo DB e uno strumento di Marketing Automation, alle volte pensa di essere Rambo con una mitragliatrice

via GIPHY

Per fortuna non è così che funziona. Con il target di clienti già acquisiti, andremo a lavorare sulla personalizzazione della comunicazione, la quale è funzionale a consolidare il rapporto con il brand.

Come?

Definiamo trigger e email associate ad invii personalizzati. Un esempio? Un’email di buon compleanno con associato un messaggio accattivante per il cliente.

Vuoi contattarmi per una consulenza? Scrivimi!

Richiedi una consulenza
Autore
Federico Pischedda
Digital Marketing Strategist Ho esperienza sia in web agency, sia in aziende corporate. Mi occupo di Strategie SEO/SEM, Consulenza al Cliente e Marketing Automation. Sono certificato "Google Ads (Search e Display)" e "Google Analytics Individual Qualification" e "Certified Professional SALESmanago Marketing Automation". Il mio motto? "Se sai solo di Marketing, non sai niente di Marketing".

Tutti gli articoli