Perché dovresti investire di più nell’Email Marketing

La risposta è una, ed è semplice: i margini di profitto dell’email marketing sono enormi. È per questo motivo che nell’ultimo decennio, nonostante l’aumento esponenziale delle piattaforme globali di social media e app di messaggistica, quasi tutti i maggiori brand del mondo investono in un programma di email marketing. Sono passati più di 40 anni da quando è stata inventata l’email e questo canale di comunicazione, il primo operativo su internet, si conferma anche quello che la maggior parte di noi consulta per primo ogni mattina. Non solo, è anche in assoluto quello più consultato almeno una volta al giorno. Alcune ricerche dimostrano inoltre che l’email è il canale su cui gli utenti preferiscono ricevere messaggi promozionali di permission marketing ed è quello che più di ogni altro porta a concludere gli acquisti in maniera diretta. Decennio dopo decennio, tutti gli studi di settore concordano che l’email marketing continua a surclassare gli altri canali digitali. Ciononostante ogni anno una serie di “esperti” annuncia la prossima morte dell’email marketing. Di conseguenza alcune aziende sono esitanti quando si tratta di investire nuove risorse per sfruttare al massimo il buon vecchio email marketing. Nel 2006 si annunciava che l’RSS avrebbe ucciso l’email. Nel 2009 Facebook. Nel 2014 Snapchat. E ancora nel 2018 alcune voci si sono levate per proclamarne la fine. Eppure l’email marketing è e rimane di fatto più forte che mai. Com’è possibile?  

Il Digital Marketing evolve

Le cose cambiano in fretta nel campo del digital marketing. Le più grandi piattaforme di social media sono invischiate nei grandi scandali per l’utilizzo dei dati degli utenti e i costi dell’advertising stanno aumentando. Le piattaforme di e-commerce a cui molte aziende si sono affidate per portare i loro prodotti nel mercato digitale rischiano di rivelarsi un buco nell’acqua. I grandi intermediari digitali stanno lentamente distruggendo le relazioni fondamentali tra aziende e consumatori. Alcune onnipotenti società possono ormai fare la fortuna di normali aziende o distruggerle: che si tratti di Facebook nel campo dei social, di Amazon con il Marketplace, di Google per la ricerca, siamo vincolati a terze parti che si preoccupano unicamente del profitto – il loro, ovviamente. Ma con l’email è diverso. La tua mail rimane una piattaforma libera: non la possiede nessuno. Eccetto te. Gli indirizzi mail che hai nel tuo CRM sono un tesoro prezioso, che puoi contattare a un costo molto basso. E se vuoi farlo non sei costretto ad attivare una campagna pay per click che porti traffico al tuo sito. Inoltre non devi cercare di capire tra le milioni di statistiche di dubbia provenienza che ti vengono proposte qual è quella attendibile. E le vendite che riesci a concludere ti garantiscono un margine puro, senza che nessun intermediario si presenti a mangiare il suo boccone. È per questo motivo che il Wall Street Journal descrive l’email marketing come il “nuovo canale caldo per raggiungere i tuoi clienti”.  

Costruire un migliore email-marketing acchiappa-clienti con l’AI

Così come negli altri campi di battaglia del marketing, la competizione per catturare l’attenzione dell’utente mentre consulta la sua inbox è altissima. Con numeri di CTR e di ROI che surclassano nettamente quelli della maggior parte degli altri canali di digital marketing, i brand di tutto il mondo hanno iniziato ad investire. Per questo motivo le inbox diventano più affollate ogni giorno che passa. Ottenere una posizione di vantaggio nel marasma dell’email marketing e coinvolgere i consumatori rimane l’obiettivo fondamentale e i brand che fanno ricorso all’Artificial Intelligence si posizionano davanti a tutti gli altri. Sembrerebbe proprio che la scienza abbia in mano le chiavi per aiutare le aziende a massimizzare il valore della loro relazione con i clienti, implementando soluzioni all’avanguardia con il consolidato strumento dell’email marketing.  

Un investimento redditizio

Certo, il social media marketing può aiutare nell’acquisizione di clienti e senz’altro permette di raggiungere numeri di audience con cui ben poche strategie di email marketing possono competere. Ma è in termini di Retention dei clienti e di Customer Lifetime Value che l’investimento per l’acquisizione inizia veramente a pagare. Alcune ricerche dimostrano che costa 5 volte di più acquisire un nuovo cliente che mantenerne uno già esistente. E non solo: c’è il 50% di probabilità in più che i clienti già esistenti siano disposti a provare nuovi prodotti del brand e a spendere in media il 31% in più rispetto ai nuovi clienti. Con numeri come questi è facile capire perché la Customer Retention sia cruciale per un marketing di successo a lungo termine. Con consumatori che riconoscono in maniera schiacciante la mail come canale preferito per ricevere comunicazioni dai brand, ottimizzare Customer Retention e Customer Lifetime Value attraverso l’email marketing dovrebbe essere la priorità assoluta del marketing di ogni brand nel 2019. Scopri il servizio di Email Marketing di Antica Innoveria 1.6: https://www.ai6.it/service/email-marketing/  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi